Seseli bocconi (Apiaceae)
















 

NOME VOLGARE ITALIANO: Finocchiella.

DESCRIZIONE:
        Pianta robusta, cespugliosa, alta 4-6 dm, con fusto tenace, legnoso alla base e molto ramificato. Foglie basali glabre, coriacee e carnose, di colore verde-celestino, ripetutamente divise in lacine lanceolate e appuntite; scapi fioriferi ramificati lateralmente, eretti o pendenti dalle rupi; foglie cauline con una guaina ben sviluppata e lembo molto ridotto. L’infiorescenza Ŕ un’ombrella appiattita con 10-20 raggi che sottendono altrettante ombrelle di secondo ordine; fiori grandi, con petali bianco-verdastri. Il frutto Ŕ diachenio allungato, un po’ schiacciato da un lato, con coste ingrossate.

BIOLOGIA:
       Camefita fruticosa con fioritura e fruttificazione comprese tra ottobre e novembre. Rinnovazione da seme.

DISTRIBUZIONE:
       La specie Ŕ endemica in Sardegna, Corsica e Sicilia; nella forma tipica essa Ŕ presente nella parte nord-occidentale di quest’ultima Isola, nelle Egadi, a Lampedusa e a Panarea.

ECOLOGIA:
         
Casmofita meso-xerofila frequente in habitat rupestri calcarei, sino a circa m 700 s.l.m.

NOTA:
        
Data la peculiaritÓ dell’habitat, l’entitÓ in questione non Ŕ esposta a diretta minaccia. Essa va comunque tutelata preservando le stazioni dal rischio di incendi, aperture di cave ecc. Secondo la classificazione dell’I.U.C.N. Ŕ da ritenere “vulnerabile”.

BIBLIOGRAFIA:
       GUSSONE G., 1821 – Catalogus plantarum quae osservantur in regio Horto serenissimi Francisci Borbonii principis juventutis in Boccadifalco prope Panormum: 80-81. Neapoli.