Anthemis cupaniana Tod. (Asteraceae)






 

NOME VOLGARE ITALIANO: Antemide.

DESCRIZIONE:
        Specie perenne, cespugliosa, coi  rami legnosi in basso, coperta di densi peli lanosi. Fusto ascendente, alto fino a 60 cm e molto ramificato. Foglie di 5 x 12 cm, bipennatosette  con lacinie di 0,5-2,5 x 3-16 mm ricche di ghiandole puntiformi nella pagina inferiore. Infiorescenze  costituite da grandi capolini con diametro fino a 6 cm, sorretti da peduncoli lunghi fino a 25 cm; fiori periferici ligulati, bianchi, di 3-8 x 8-24 mm; fiori centrali gialli, tubulosi; brattee esterne del capolino verdi, lanceolate, col margine bruno; brattee interne ovate; ricettacolo conico provvisto di pagliette ovali, tridentate. Acheni bianchi a forma di piramide quadrangolare capovolta.

BIOLOGIA:
       Camefita suffrutticosa con apparato vegetativo di modesto rilievo, alquanto mimetico con le rupi calcaree in cui vive; diviene particolarmente vistosa al momento della fioritura che ha  luogo da aprile a giugno. La ripresa  vegetativa Ŕ primaverile. La riproduzione ha  luogo per seme.

DISTRIBUZIONE:
       Specie endemica della Sicilia occidentale, in passato riportata per i monti del palermitano come S. Martino, Renda,  Monte Cuccio, Pizzuta, Monte Kumeta, Busambra, Pizzo Campana, Monte dei Cani, Monte Cammarata, Alia, Caltavuturo, Monte Inici, Isnello, Castelbuono a bocca di Cava, Cefal¨, ecc.

ECOLOGIA:
         
Casmofita mesofita  e termofila di habitat rupestri calcarei, prevalentemente esposti a settentrione, alla quota compresa fra m 400 e 1200 s.l.m.

NOTA:
        
I limiti della popolazione  di questa specie sono determinati soprattutto dalla particolaritÓ dell’habitat. L’entitÓ in questione, come tutte le specie rupicole, non pu˛ considerarsi soggetta a pericoli immediati di grande rilievo; tuttavia Ŕ esposta all’eventualitÓ di incendi e alla degradazione, diretta  o indiretta, causata dagli insediamenti, aperture di cave e strade. Secondo la classificazione dell’I.U.C.N. Ŕ da considerarsi “vulnerabile”.

BIBLIOGRAFIA:
       NYMAN C. F., 1878 – Conspectus florae europaea, 1: 360. Írebo.