Teucrium flavum L.(Lamiaceae)



 

NOME VOLGARE ITALIANO: Camedrio

NOME DIALETTALE: "Sataredda fimminina" (San Giov. Gemini)

DESCRIZIONE E FENOLOGIA:
     
E' una pianta erbacea che raggiunge i 3-6 d m di altezza.  I fusti sono eretti e ramosissimi, in alto quadrangolari e spesso violetto-purpurei; hanno una pelosità densa, patente e un pò riflessa.
         Le foglie hanno un picciuolo di 2-8 mm. e la lamina triangolare, con 5-8 denti arrotondati per lato, lucida di sopra. I fiori sono verticillastri, densi all'ascella di brattee brevi; il peduncolo è di 10 mm.; il calice è di 8-10 mm.; la corolla ha tubo giallo di 11 mm.; le lacinie del labbro superiore sono lineari, verdastri, con stria purpurea; il labbro inferiore è giallo e misura 7 mm.
         Fiorisce tra maggio e luglio (PIGNATTI, 1982).

       
DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA ED HABITAT:
      
In Europa la specie è diffusa nelle regioni mediterranee (TUTIN, in TUTIN et AI., 1972). In Italia cresce nelle rupi e nei pendii sassosi, principalmente della Sicilia, Sardegna, Liguria e isole minori (PIGNATTI, 1982).
         In Sicilia è molto comune; cresce nelle colline e nelle montagne, in luoghi sassosi e nelle rupi calcaree per lo più soleggiate (LO JACONO-POJERO, 1907).

       
PROPRIETA’ ED USI:
          La specie ha un uso esclusivamente medicinale. Un rametto di Teucrium flavum unitamente ad un ramoscello di ruta (Ruta chalepensis), si avvolgono in un panno e si pongono sotto il cuscino, per risolvere le allergie che si manifestano con lacrimazione e raffreddore.