Calamintha nepeta L. Savi (Lamiaceae)



 

NOME VOLGARE ITALIANO: Mentuccia comune, Nepetella.

NOME DIALETTALE: "Nipitedda" (Cammarata)

DESCRIZIONE E FENOLOGIA:
     
E’ un’erba perenne, ramificata, alta da 15 a 30 cm, con fusto debole. Le foglie sono picciolate e finemente dentate.
       I fiori sono porporini e lungamente pedicellati, inseriti su peduncolo comune. Sono provvisti di calice diritto, a denti ineguali, cigliati. La corolla è più lunga del calice; il labbro inferiore è trilobato. La pianta emana un profumo che ricorda la Menta e la Melissa.
       Fiorisce da maggio a settembre (PIGNATTI, 1982).

DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA ED HABITAT:
     
Si trova nei prati aridi, incolti e sui muri di tutta l’Italia e di tutta l’Europa.
 
PROPRIETA’ ED USI:
   
La “Nipitedda” ha un triplice uso: veterinario, aromatico e medicinale. A scopo veterinario, le parti tenere della pianta si pestano e vi si aggiunge dell’olio di oliva, in quantità tale da ottenerne un impasto di consistenza fluida. Questo può essere conservato e utilizzato al bisogno, sulle ferite, come disinfettante e cicatrizzante.
      A scopo medicinale, le foglie e le parti tenere, brustolite e ridotte in polvere, vengono poste sulle ferite favorendone la cicatrizzazione.
      Le foglie si utilizzano per aromatizzare le frittate con le uova.